Alla ricerca di civiltà aliene

scienzedonbosco

I dati delle osservazioni astronomiche nello spettro infrarosso possono essere setacciati alla ricerca di “sfere di Dyson”, tecnologie aliene in grado di sfruttare tutta l’energia di una stella, secondo l’ipotesi formulata nel 1959 dal britannico Freeman Dyson. Un primo tentativo condotto recentemente è fallito, ma ora la ricerca si è spostata verso galassie lontane. Questo nuovo approccio attivo, sostenuto dal progetto SETI, consentirebbe di trovare civiltà extraterrestri che non stanno cercando di entrare in contatto con noi (Tratto da un articolo di Folco Claudi pubblicato su Le Scienze

galassia-di-andromeda

“Siamo soli nell’universo?” L’eterna domanda viene liquidata in una celebre striscia del fumetto “Calvin&Hobbes” con una battuta folgorante: “La miglior prova dell’esistenza di vita intelligente extraterrestre è che nessuno ha mai cercato di contattarci”.

Cielo notturno stellato: l’enorme numero di stelle e galassie nell’universo rende almeno probabile che qualche forma di vita, se non di civiltà, si sia sviluppata sul…

View original post 772 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...