L’Universo e la vita: nella nostra galassia ci sono miliardi di pianeti simili alla Terra | DaringToDo.com

Sulla base dei dati raccolti con il telescopio spaziale Kepler gli astronomi hanno calcolato che nella nostra galassia potrebbero esistere miliardi di pianeti in grado di ospitare la vita: la ricerca, guidata dal dottorando Tim Bovaird e dal professor Charley Lineweaver dell’Australian National University, non fa altro che riprendere un’idea vecchia di 200 anni aggiornandola alle scoperte della cosmologia contemporanea. Analizzando i dati, i ricercatori hanno ipotizzato che la maggior parte delle stelle potrebbe possedere, in media, circa due pianeti situati ad una distanza ideale per consentire la presenza di acqua allo stato liquido, requisito essenziale per lo sviluppo della vita.

“Gli ingredienti necessari per l’esistenza della vita sono molteplici, ma lo sono anche i pianeti che li possiedono” – ha dichiarato Lineweaver – “Tuttavia , sembra che l’universo non sia così pieno di forme di vita intelligenti in grado di costruire radiotelescopi e navi spaziali . In caso contrario avremmo già stabilito un contatto. Può darsi che ci sia qualche altro ostacolo per la nascita della vita che non abbiamo ancora elaborato. Oppure le civiltà intelligenti evolvono, per poi autodistruggersi”.

A causa di precisi limiti strutturali il telescopio spaziale Kepler è in grado di rilevare solamente pochi pianeti, di solito estremamente vicini alla loro stella madre e troppo caldi per ospitare acqua allo stato liquido; tuttavia, estrapolando i dati di Kepler con stessa teoria che nell’ottocento consentì a John Adams e Urbain Le Verrier di predire l’esistenza di Nettuno, gli astronomi dell’Australian National University sono riusciti a calcolare in modo abbastanza preciso il numero di pianeti potenzialmente abitabili in orbita attorno a stelle di massa simile a quella del Sole, che costituiscono buona parte dei corpi celesti della Via Lattea. I risultati ottenuti dal team di ricerca aprono nuovi spiragli nella ricerca di forme di vita al di fuori del Sistema Solare, aiutandoci a compiere un passo decisivo nel trovare la risposta ad una delle domande più importanti della scienza contemporanea: siamo davvero soli nell’Universo?

Source: www.daringtodo.com

See on Scoop.itScienza&Ebooks

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...